Wins are coming! – Prima vittoria per le MiniLadies!

Sabato 3 dicembre 2022: “Christmas is coming”.

Le Bionics affrontano in trasferta il team di Eurobasket Brioni. Il palazzetto che ci accoglie è tirato a lucido come le più sfarzose sale da ballo dei castelli viennesi e il grip sotto le suole pare all’altezza di grandi ruote. Le nostre ragazze ci sono e danno il via alle danze nel migliore dei modi. I contropiedi a testa alta e l’attenta difesa portano ad un parziale consistente sin dai primi minuti. Con il passare del tempo il gap cresce a favore delle nostre atlete e il valzer dei cambi conferma la solidità delle differenti configurazioni di quintetti in campo. Dagli spalti abbiamo visto parvenze di tagli che hanno dato vita ai primi veri assist e attacchi frutto di dribbling sempre più convincenti: bellissime coreografie disegnate da Michele e Giada.

16-68: vinciamo noi.

Grazie ai nostri Coach e grazie alle nostre ragazze, ci avete fatto un bellissimo regalo di Natale in anticipo. Forza MiniLadies, le vittorie stanno arrivando!

U17M: 39-60, IL DERBY E’ NOSTRO

Prima giornata del girone di ritorno per i nostri Under 17 che fanno visita ai cugini di Basket Corsico.

Partita che inizia con il piede giusto: miniparziale di 5-0 che poi diventa 14-4. Si capisce da subito come i Ragazzi Bionici sono più concentrati rispetto alle precedenti partite. 1° quarto che si chiude sul 18-9 per noi.
Il 2° quarto vede la reazione di Basket Corsico, che però viene contenuta bene dai nostri ragazzi. Quarto che si chiude in pareggio (9-9) e intervallo lungo che vede quindi i Bionics sempre avanti di 9 punti.
Dopo il riposo le 2 squadre rientrano in campo cariche e giocano per tutti i 10 minuti a viso aperto. E’ il tempo in cui si segna di più, ma sempre a nostro favore (18-15). Siamo così sul 45-33 per noi.
L’ultimo quarto continua sul binario in cui si è svolta tutta la partita con Basket Corsico che non sfonda e i nostri che allungano definitivamente: 19-6 il parziale per noi e partita che si chiude sul 60-39.

Buona la prova dei nostri ragazzi che vendicano così la partita persa in casa all’andata di 6 punti, e portano il quoziente canestri a proprio vantaggio.
Adesso affrontiamo serenamente le corazzate del girone per concludere la fase di qualificazione a gennaio.

Forza Bionics

U17 FIP: CHE VITTORIA CONTRO ROZZANO!

Under 17 vs Rozzano
Bionics vs Rozzano è la sfida di oggi in via Tiziano del campionato under 17 Fip.
Poca determinazione iniziale porta inevitabilmente a un 2-12 che condiziona il 1º quarto chiuso in svantaggio (12-19).
Secondo quarto dove aumenta l’intensità difensiva e all’intervallo lungo le squadre vanno negli spogliatoi sul 25 pari.
Il terzo quarto vede l’allungo dei Bionics ma Rozzano non molla e ricuce lo strappo (49-45).
L’ultimo quarto vive sull’equilibrio fino a metà e poi sono i Bionics a mettere la freccia e chiudere la partita (67-54).
Martedì alla ripresa degli allenamenti dose massiccia di tiri liberi e più tranquillità nella gestione della partita.

U13 M: POKER! 4 Vittorie consecutive! Che spettacolo!

Vittoria sofferta in casa, dei nostri Under 13 contro la forte e fisica compagine di Binasco. Finisce 51-49, una partita al cardiopalma che ha tenuto il numeroso pubblico col fiato sospeso fino alla sirena finale. Partita molto bella e molto intensa dei ragazzi di coach Marco, che inseguono per quasi tutto il match, piazzando la zampata a 5 secondi dalla fine grazie ad una gestione degli ultimi minuti lucida e matura. Dopo quattro partite, di cui tre molto combattute, possiamo affermare che non mancano di certo gli attributi ai Bionici 2010/2011 (e anche 2012). Si sapeva fin dall’inizio che la partita contro la Virtus Binasco non sarebbe stata semplice anche per la loro prestanza fisica. Ma andiamo con ordine. Partono bene i gialloneri che cercano l’allungo nei primi minuti, portandosi immediatamente sul punteggio di 6-1. Binasco, però, riesce ad apportare i giusti correttivi, bloccando il nostro attacco e piazzando un importante parziale di 4-17 chiudendo il primo quarto sul punteggio di 10-18. Una difesa molto attenta mette in difficoltà i nostri ragazzi; coach Marco ruota subito diversi uomini per dare pochi punti di riferimento agli avversari. Il secondo quarto è più equilibrato, ci si difende bene sotto ai tabelloni anche se il gap di centimetri con gli avversari è evidente: tanti rimbalzi presi!

Si va al riposo sul punteggio di 21-30 e quello che balza subito agli occhi è che già diversi ragazzi, da ambo le parti, hanno problemi di falli. Si riparte con più attenzione e si riesce a ricucire lo svantaggio riuscendo finalmente ad impattare il risultato sul 39-39. La Virtus fatica a trovare il canestro e solo grazie ad una tripla alla fine del terzo quarto, riesce a riportarsi in vantaggio (39-42). Intanto i problemi di falli delle due squadre aumentano e diversi protagonisti devono abbandonare il parquet (n.d.r. linoleum). Si entra nell’ultimo quarto e le due squadre si fronteggiano punto a punto ritrovandosi sul 45-47 a 2’37” dalla fine. Qui inizia una partita nella partita e i nostri ragazzi dimostrano carattere e lucidità: due liberi permettono di ritrovare il pareggio, subito sbloccato con un canestro in transizione della Virtus (47-49 a 55” dalla fine). Una fantastica penetrazione ci permette di andare sul 49-49 e di ritrovarci, successivamente, con la palla in mano. La palla della vittoria! La difesa avversaria è molto attenta, i nostri ragazzi fanno girare molto bene la palla fino a quando finisce in post basso, si attacca in modo impeccabile il canestro e, per la prima volta dopo l’iniziale 6-1, si ritorna avanti sul 51-49. Il palazzetto esplode e anche il tavolo fatica a tenere a freno l’entusiasmo (qualcuno avrà dei lividi al braccio per delle strattonate scaccia tensione) e si perdono un paio di secondi nel bloccare il tempo. Gli arbitri, però, molto accorti risistemano il cronometro in modo corretto lasciando 5’’ per impostare l’ultimo attacco nella nostra metà campo. La tensione è altissima, la difesa giallonera è attentissima e gli avversari non riescono a concludere a canestro. È vittoria, la quarta su quattro partite, si prosegue il campionato da capolista. Bravi gli arbitri, partita molto difficile da gestire, bravi i componenti del tavolo. La prossima partita sarà un testa coda in casa di Locate venerdì sera. Abbiamo già detto che il basket è lo sport più bello del mondo, lo ribadiamo anche stasera.

We love this game. #iotifobionics.
Il vostro inviato-refertista.

VITTORIA AL CARDIOPALMA PER I NOSTRI U16 UISP!

BIONICS – MOJAZZA 46-45 (UISP U16)

Seconda vittoria consecutiva per i nostri Under16: partita al cardiopalma, senza esclusioni di colpi, con un finale che ha lasciato tutti i tifosi con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo.
Parte forte il Mojazza, prendendo il predominio sotto il nostro canestro e bloccando le nostre linee di passaggio laterali, riuscendo a chiudere il primo quarto in vantaggio 17-9.
Dal secondo quarto però la musica cambia: veloci penetrazioni centrali obbligano i difensori avversari a giocare più stretti, lasciando quindi più respiro alla nostra manovra offensiva, libera di creare spazi e situazioni pericolose. Inoltre i nostri ragazzi riescono a cancellare la presenza dei lunghi del Mojazza da sotto canestro, garantendoci il controllo totale dei rimbalzi, sia in difesa che in attacco.
Si va quindi alla pausa sul 24-24.
Gli ultimi due quarti sono contrassegnati dai serrati attacchi dei Bionics che costringono spesso gli avversari a numerosi falli che mandano in lunetta molto presto i nostri ragazzi.
Purtroppo la precisione nei tiri liberi non è delle migliori (sarà del 25% a fine partita, un 8 su 30 che grida vendetta) e questo ci impedisce di prendere il largo, come meriteremmo, e mettere al sicuro la partita.
Tutto si gioca negli ultimi 30 secondi di gara, con i Bionics sopra di 3 e palla al Mojazza: la nostra ottima difesa li costringe ad un tiro difficile, che tuttavia entra, riducendo il vantaggio ad un solo punto, 15 secondi da giocare e in possesso di palla.
Il cronometro scorre mentre i nostri mantengono il controllo del gioco, senza nessuna fretta di andare a canestro e i nostri avversari commettono una grossa ingenuità, lasciandocelo fare, invece di commettere il fallo che ci avrebbe mandato in lunetta, fondamentale su cui la partita ha mostrato i nostri limiti.
La partita finisce così 46-45, per la gioia dei supporters dei Bionics e della squadra.

Terza vittoria consecutiva per i nostri Bionici U13!

Terza partita e terza vittoria per i Bionici U13, oggi impegnati nella difficile trasferta a Lacchiarella contro Here You Can. I gialloneri, oggi in total yellow, forse pe l’importanza della posta in gioco, partono molto contratti e vanno subito sotto di 5 punti (6-11), ma grazie ad un canestro da due punti e due liberi (percentuali rivedibili dalla lunetta, più concentrazione ragazzi!!) chiudono la prima frazione sotto di un solo punto (10-11). Nel secondo quarto il gioco migliora vistosamente, in attacco la palla circola molto bene e si va a canestro con più facilità. Una difesa attenta sui migliori giocatori avversari permette di costruire un buon vantaggio che porta i Bionics al riposo in vantaggio sul 26-20. Da segnalare una buona prestazione a rimbalzo dei nostri lunghi. Alla ripresa le difese vincono sugli attacchi, si segna poco ma i nostri ragazzi rimangono in controllo portandosi a +8 (32-24) grazie ad un altro canestro sulla sirena e con l’aiuto del tabellone. A questo punto viene il dubbio che sia uno schema provato in allenamento, forse anche grazie agli appunti di coach Davide. A proposito, oggi, pare aver dimenticato il taccuino in palestra a Buccinasco. La partita sembra indirizzata sui binari giusti e i due punti sembrano in cassaforte. Il basket, però, è lo sport più bello del mondo, bisogna imparare a star concentrati per 40’, senza mai adagiarsi; i nostri ragazzi che, pur tenendo molto bene in difesa, appaiono più frettolosi in attacco sbagliano anche comodi tiri da sotto o in penetrazione. Gli avversari, al contrario, sembrano più freddi, guadagnano coraggio e recuperano punto su punto arrivando fino a -1 (34-33). Il pubblico inizia a rumoreggiare quando il tabellone segna 5 falli commessi dai Bionics e solo uno dagli avversari. Il tifo inizia ad essere assordante e si entra negli ultimi due minuti di gioco, quando finalmente i nostri ragazzi trovano un canestro, il secondo del quarto periodo (dalla tribuna qualcuno esulta urlando “goal”). Il tempo scorre e i Bionics tornano avanti di due punti grazie ad un tiro libero a 5” dalla fine. L’allenatore avversario, molto lucido, chiama timeout per avere la rimessa nella metà campo giallonera. Malgrado il cronometro non parta immediatamente come dovrebbe essere (un crampo al dito del cronometrista può capitare), i ragazzi rubano palla e riescono a far passare gli ultimi secondi con il possesso a favore. La partita si chiude con il punteggio di 37-35. Bravissimi Bionics che proseguono la loro cavalcata solitari al primo posto. Da segnalare l’attenzione ai dettagli di Coach Marco che alterna gli uomini in difesa sul giocatore avversario più pericoloso, non dandogli mai punti di riferimento. Avanti così, adesso numerosi sabato 19 novembre alle 15.00 al PalaTiziano per la partita contro Binasco, altra compagine molto pericolosa. #iotifobionics. We Love this game.

Nella tana dell’orso passa la Mernatese

Seconda di campionato e prima in casa per le nostre Mini Ladies. La febbre ha decimato la nostra rosa ma non ci appelliamo a frivole scuse: siamo una squadra! La verità è che nella tana dell’orso è mancato il ruggito, soprattutto nella seconda metà della partita, al quale eravamo abituati. Difesa distratta e tante palle perse in fase di uscita dalla rimessa dal fondo. In questo sabato sera di novembre la Mernatese Basket si è imposta sul gioco sottotono delle nostre atlete giallo-nere. Il tabellone, anche questa volta, ha dispensato solo saggezza e verità. È stata persa un po’ la bussola ma c’è tempo per riprendere la rotta. Buoni segnali sono arrivati dai nuovi innesti. Citando la nostra guida: “Eravamo più contenti la scorsa settimana”. Forza Ragazze, dalle sconfitte si esce sempre più forti!

PRIMA VITTORIA PER GLI UNDER 17 UISP: BATTUTA ARZAGA

Arriva, nella seconda giornata di andata, la prima vittoria della stagione per i Bionics U17.
Partenza con il turbo e un parziale di 7-0 ci garantisce la conduzione della partita, tramortendo gli avversari, incapaci di reagire. La difesa a metà campo dell’Arzaga infatti, nulla può fare contro i tagli profondi e le penetrazioni 1v1 dei nostri ragazzi che, se non vanno a punti, collezionano moltissimi falli subiti.
La partita procede ordinata con un vantaggio che oscilla tra gli 8 e i 15 punti: pochissime sbavature e, finalmente, pochissime palle regalate agli avversari, contraddistinguono il nostro gioco.
Velocità nelle ripartenze e una difesa all’altezza non consentono all’Arzaga di recuperare, nemmeno quando sembrano aver trovato il ritmo per farlo.
Un parziale di 10-0 all’inizio del terzo quarto porta il risultato al sicuro e permette ai Bionics di controllare la partita nell’ultima frazione, lasciando più spazio ai ragazzi dell’under15 che, nonostante l’evidente gap fisico, non sfigurano certo, compensando con la grinta, lottando su ogni pallone.
La partita si chiude con un confortante 44 a 35, evidenziando gli ampi margini di miglioramento che possono essere raggiunti.

Bionics – Junior Basket Vigevano U15

Giornata da dimenticare per i nostri ragazzi quella che li vede opposti alla Junior Basket Vigevano: superiori dal punto di vista fisico e tecnico, non fanno sconti ad una squadra, la nostra, che lascia la testa negli spogliatoi, scendendo in campo senza idee e producendo un gioco dal ritmo blando e inefficace.
Gli avversari macinano gioco, accumulando ad ogni quarto un margine costante, che porta al meritato risultato finale.
Lasciarsi alle spalle questa partita sarà fondamentale per non vanificare i progressi che si erano visti nelle ultime giornate.

Le MiniLadies lottano, ma a vincere è RovedaLab

Le amichevoli sono finite

Le amichevoli sono finite per le nostre MiniLadies. Ora si fa sul serio. In quei di San Vittore Olona le nostre atlete incontrano la formazione del ABA targata RovedaLab. Il primo tempo scappa via tra poca concentrazione e un po’ di timidezza dettata dalla prima sul palcoscenico importante ma il secondo tempo è tutto un altro copione. Dopo un discorso motivazionale ben custodito dalle 4 pareti dello spogliatoio, le nostre atlete rammentano ciò che coach Michele dispensa durante gli allenamenti: testa alta, dribbling ma soprattutto difesa. È tutta un’altra musica accompagnata da alcuni canestri che diventano puro carburante emotivo per un rapido recupero sul gap accumulato nella prima parte. Il referto è come sempre giusto e severo ma se interpretassimo i due tempi come due partite distinte potremmo parlare di un meritato pareggio (lo so, nel basket non esiste). Bisogna dare merito a questa giovane squadra che ha avuto la forza mentale per reagire e alzare la testa quando, al giro di boa, sembrava tutto già scritto. Un’ultima nota di merito per tutte le atlete: quel meraviglioso sorriso stampato sempre, anche dopo la sconfitta, sui vostri bellissimi visi sono il vero orgoglio della curva di tifosi che sempre vi accompagnerà